MASI AGRICOLA

Facebook MasiTwitter MasiYoutube MasiTwitter MasiFlicker Masi
itaeng
POLENTA E RENGA

News & Eventi

Polenta e Renga


Ricetta di Vitangelo Galluzzi, chef di Masi Tenuta Canova

Piatto della tradizione veronese nato a Parona, borgo a nord di Verona adagiato sulle rive del fiume Adige e anticamente luogo di passaggio per i barcaioli che trasportavano le merci dal Trentino lungo l’Adige. I marinai che frequentavano le osterie del porto durante le lunghe soste dovute alla chiusura della dogana, talvolta come pagamento lasciavano qualche cassetta di aringhe. Nacque così la ricetta per conservare la renga che veniva consumata soprattutto durante il periodo quaresimale, ne rispetto del precetto del mangiare ‘di magro’.
Da allora è il piatto popolare che abitualmente si consuma il Mercoledì delle Ceneri e che segna l’inizio della Quaresima.

Ricetta

Ingredienti (per 4 persone)

  • 3 aringhe affumicate (circa 7oo gr)
  • 100 gr di carote
  • 100 gr di sedano
  • 50 gr di peperone rosso
  • 30 gr di capperi dissalati
  • 1 ciuffetto di prezzemolo
  • 200 ml di olio extravergine d'oliva
  • 500 gr di polenta

Preparazione

Arrostite su una griglia rovente le aringhe.
Una volta cotte, pulitele accuratamente eliminando testa, pelle, lische e pinne.
Tritate sottilmente tutte le verdure e unitele alle aringhe spezzettate grossolanamente.
Adagiate il tutto in un capiente vasetto di vetro, precedentemente sterilizzato in forno a 150° per 5 minuti, e coprite con abbondante olio extravergine.
Attendete un paio d’ore che il pesce e le verdure assorbano l’olio, quindi rabboccate con altro olio se necessario.
Chiudete il vasetto e mettete a macerare in frigorifero per trenta giorni.
Servite con polenta abbrustolita.

< Indietro